Domenica 19 Novembre 2017
Rete

Nella fase propedeutica alla richiesta di accreditamento del Distretto è stato avviato un processo di condivisione dell’iniziativa distrettuale che ha visto incontri con vari attori territoriali. 
Missione e obiettivi del Distretto sono stati presentati in riunioni
pubbliche in vari Comuni dell’Oltrepò e presso le Associazioni,
sottolineando l’apertura del Distretto a tutta la rete di imprese
del territorio e la collaborazione con i soggetti istituzionali
interessati.

Il Distretto ha una funzione di integrazione sul territorio delle 
iniziative che fanno riferimento anche ad altri soggetti, istituzionali e non (Regione Lombardia, Provincia di Pavia, Consorzio Tutela Vini O.P., SCPA Riccagioia, SCRL Co.Pro.Vi, ecc.). 

Con ognuno di essi il Distretto stabilisce rapporti di collaborazione e
sinergia, ad esempio collaborando con la Regione Lombardia e la
Provincia di Pavia per portare sul territorio iniziative di
promozione istituzionale dell’Oltrepò; con la Camera di Commercio
e con il Consorzio per declinare azioni di marketing e valorizzazione
dei prodotti di denominazione; con la SCPA Riccagioia per progetti di
ricerca e innovazione, agronomica e vitivinicola, anche in relazione
a settori specifici di interesse dei Soci.

In Oltrepò Pavese è interessante osservare la contiguità territoriale e addirittura la sovrapposizione dell’area di produzione dei vini D.O.C.G. e D.O.C. con quella di altri prodotti tipici del territorio, in particolare del Salame di Varzi D.O.P. La complementarietà dei prodotti porta spesso nelle manifestazioni promozionali alla realizzazione di banchi di assaggio del vino dell’Oltrepò in abbinamento con il salame di Varzi.

Si tratta di un elemento di originalità esclusivo che il Distretto intende sviluppare significativamente nella sua attività promozionale.